La Vallonia resiste dinnanzi alla dittatura delle multinazionali

“Ci troviamo nell’anno 2016 dopo Cristo. L’europa tutta è caduta vittima degli intrighi della dittatura delle multinazionali… Tutta l’europa? No! Un villaggio di irriducibili popolato da belgi non smette di opporre la necessaria e urgente resistenza. Quì la vita non è facile per i dittatori delle multinazionali, i quali esercitano il proprio potere di occupazione attraverso le proprie legioni Nestlum, Novarticum, Glencors, Xtratum und Petrolum.

Orbene, i belgi della Vallonia hanno deciso di farsi governare dalla democrazia, anziché dalle multinazionali. Hanno deciso di definire loro stessi le proprie condizioni di lavoro, la qualità dei beni alimentari e gli standard ambientali, anziché farseli dettare dalle multinazionali all’esclusiva ricerca di ulteriore profitto.”

Diversamente da quanto accade nei fumetti di Goscinny e Uderzo, gli abitanti della Vallonia non dispongono di pozioni magiche. Dimostriamo quindi la nostra solidarietà nei loro confronti e mandiamogli delle rose. Dimostriamogli che non sono soli nella lotta contro Ceta, TiSA & Co.

Anche tu puoi comandare delle rose quì.

Sarà nostra premura che le stesse vengano consegnate entro giovedì – giorno dei prossimi dibattimenti al riguardo – all’edificio del Parlamento della Vallonia.






Condizioni generali: Dal momento in cui questo formulario viene sottoscritto, l’utente si obbliga a effettuare una donazione di minimo 5.- CHF da versare sul conto IBAN CH59 0900 0000 6025 1109 2, BIC: POFICHBEXXX. L’importo verrà utilizzato nella sua totalità per recapitare le rose al parlamento vallone.

Ital_Comments are closed here.